Specchio delle mie brame: lo specchio della regina Grimilde esiste, ma quando parla non mente, anzi cerca di dare buoni consigli. Si chiama proprio Magic Mirror, lo hanno creato in Corea l’azienda di elettronica di consumo LG e il brand di arredamento minimal-chic Hanssem e grazie a lenti ad alta definizione è in grado di scrutare nel profondo pori e rughe per analizzare la pelle e raccomandare la skin-care migliore. Magic Mirror incrocia questi dati con le informazioni sul tempo atmosferico e la qualità dell’aria per raccomandare l’uso di un idratante più intenso o di un gel più leggero oltre a consigliare i prodotti più adatti. Se desiderate a casa vostra preparatevi a spendere poco più di 800 dollari, ma dovrete aspettare che LG lo lanci anche in Italia.

Più a portata di mano (e di tasche) l’app di Lush che replica su smartphone il percorso sensoriale che caratterizza i suoi negozi e permette di cercare e scoprire i prodotti partendo da uno stato d’animo, da una fragranza o da una texture. Ogni prodotto è accompagnato da un tutorial oltre che dalle indicazioni degli effetti su pelle, capelli e corpo oltre che dalle storie che lo accompagnano, come il viaggio etico di Lush in Kenya per acquistare l’aloe vera o l’impegno del brand contro la caccia alla volpe e a favore dei diritti LGBT.

L’Oréal, invece, ha inventato il make-up in Realtà Aumentata, sempre a portata di mano sullo smartphone. Con l’app Makeup Genius è possibile sperimentare direttamente sul viso qualsiasi tipo di trucco e prodotto di L’Oréal Paris, provare a indossare quelli creati dal team di make-up designer o cercare un maquillage che si intoni a ciò che abbiamo deciso di indossare e vedere subito l’effetto che fa.

Magic Mirror
Photo credits www.kbeautynow.com
Eva Longoria alle prese con l'app Magic Mirror de L'Oréal
Photo credits www.loreal-paris.it
Il video di Yahoo! Japan per lo stretching anti-smartphone
I beauty patch di Feeligold
Photo credits www.feeligold.com

YouCam è un’app multipurpose: la declinazione Nails non spiega solo come fare la manicure perfetta, ma permette di entrare in un salon virtuale per esercitarsi con la nail art, sperimentare colori, tagli e lunghezze, trovare i disegni più intricati e archiviare i propri. La declinazione Make-up è un kit cosmetico digitale per provare un maquillage virtuale e la versione Perfect permette di migliorare i selfie con 14 effetti beauty in tempo reale.

La dipendenza da smartphone è un’epidemia. Nei casi più estremi si inciampa, si cade, si urta qualcosa o qualcuno solo per tenere gli occhi sempre incollati allo schermo, ma anche chi non eccede patisce i dolori che un uso prolungato provocano alla postura e al collo. Per rimediare, Yahoo! Japan ha realizzato un video a 360° che insegna a fare stretching per mobilizzare collo e schiena. Basta caricare il video, sedersi e tenere lo smartphone con le braccia tese di fronte a sé e seguire le istruzioni.

Perfetti dopo lo stretching i patch ispirati ai rituali di bellezza asiatici e sviluppati dalla start-up francese Feeligold con una tecnologia basata su micro-correnti in grado di stimolare la pelle attivando la sintesi di collagene ed elastina. In trenta minuti di posa promettono un trattamento anti-rughe immediato e un coup d’éclat che toglie gli anni di dosso. Gli ingredienti sono posizionati sui patch – ne esistono per tutte le zone del viso – in modo da agire su zone specifiche, da usare una volta la settimana come cura o in caso di emergenza.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.