Sotto l’austera facciata sabauda Torino nasconde un’anima vivace e avant-garde, scopritela con noi in questo percorso a misura di week-end.

Andiamo con ordine e iniziamo dalla colazione, con Orso Laboratorio Caffè. La tappezzeria retrò alle pareti, i tavolini in marmo, le sedie della nonna e il pavimento originale in marmetta ne fanno un riuscitissimo incrocio fra una caffetteria “vecchia Torino” e un bistrot parigino. Orso è un piccolo e accogliente tempio dedicato al culto del caffè, un laboratorio esperienziale dove gustare – guidati dai suggerimenti e dalle spiegazioni di Giulio –un’ampia selezione di miscele e monorigine, provenienti dalla torrefazione artigianale Giuliano Caffè e declinati in tutti i modi possibili: espresso, in filtro a infusione, moka, caffettiera napoletana e anche sifone e aeropress. Un ottimo assortimento di brioche, crostate, torte e piccoli sandwich fa il resto. Finito di bere il caffè, non dimenticate di controllare il fondo delle vostre tazze, sono, infatti, tutte numerate e a ogni numero corrisponde un messaggio, che potrete scoprire consultando “il tabellone della sciamana” all’ingresso del locale. Per i veri affezionati, poi, esiste la possibilità di adottare una tazza, ovvero se ne sceglie una, la si acquista e la si lascia sulle scaffale comune per poterla ritrovare la prossima volta.

Torino, Orso Laboratorio Caffè Photo credits www.giulianocaffe.it
Torino, Orso Laboratorio Caffè Photo credits www.langhuorino.it
Torino, Bagni Paloma Photo credits Pagina Facebook Bagni Paloma
Torino, Bagni Paloma Photo credits Pagina Facebook Bagni Paloma
Torino, Bagni Paloma Photo credits Pagina Facebook Bagni Paloma
Torino, Melissa  Photo credits www.shdnsm.com
Torino, Melissa  Photo credits www.shdnsm.com
Torino, Melissa Photo credits www.torinobygnam.it
Torino, Banco – Vini e alimenti Photo credits Pagina Facebook di Banco – Vini e alimenti
Torino, Banco – Vini e alimenti Photo credits Pagina Facebook di Banco – Vini e alimenti
Torino, CAMERA Centro Italiano per la Fotografia Photo credits Pagina Facebook Camera Centro Italiano per la FotografiaFoto
Torino, Camera Corraini Photo credits Pagina Facebook Camera Corraini
Torino, Balon Photo credits www.eventioggi.net
Torino, Balon Photo credits www.eventioggi.net

Il nostro vagabondaggio torinese continua con un po’ di sano shopping. La meta è Bagni Paloma, uno dei negozi più belli della città. Un concept store fra il vintage e il post-industriale, ricavato negli spazi di una vecchia autorimessa in centro città. Qui tutto è in vendita: l’abbigliamento, gli accessori ma anche i mobili e i complementi d’arredo. Si può comprare il sapone per le mani e un paio di orecchini, le spezie per cucinare e le scarpe fatte a mano, una camicia di cashmere oppure degli acquerelli. Il comun denominatore è il gusto elegante e raffinato con cui questi oggetti sono scelti e tenuti insieme. Il negozio è un vero paradiso per chi ama i marchi di ricerca come Barena, Pas de Calais, Attic and Barn, Yoshi Kondo e Dansko.

Ci spostiamo, ora, in un’altra piccola istituzione della città, Melissa, un’erboristeria-salotto che nel giro di qualche anno è diventata uno degli indirizzi più amati dalle torinesi. Valeria Maggiora, sei anni fa, ha aperto questa piccola boutique vicino alla Mole, trasformandola in uno specchio della sua personalità, in un prolungamento della sua casa, una sintesi colorata e piena di calore delle sue passioni. Definirla erboristeria è davvero riduttivo: si entra qui per comprare una tisana e ci si ferma a curiosare fra le credenze, le scatole di latta, le foto di famiglia e gli oggetti che appartengono alla storia e ai ricordi di Valeria. Il divanetto al centro del negozio è fatto apposta per sostare sfogliando una rivista vintage. Da Melissa, trovate tisane, tè, mieli biologici, spezie, caramelle di ogni tipo, frutta candita, liquirizia, integratori naturali e prodotti di bellezza organici, dai semplici olii cosmetici al classico Rancè, da Alkemilla ad Agronauti Cosmetics. Finiamo qui ma lista potrebbe essere infinita perché Valeria, con grande entusiasmo, testa e scopre prodotti nuovi in continuazione.

Lo shopping, si sa, affatica e, quindi, ora sentiamo la necessità di una pausa mangereccia. Rimaniamo dalle parti del centro e scegliamo senza indugio Banco – Vini e alimenti, gastronomia con cucina nata dalle menti instancabili dei ragazzi di Consorzio, un altro indirizzo torinese da custodire con cura. Pochi tavoli ben distribuiti in uno spazio raccolto, curato ma informale, menu del giorno scritto alla lavagna, un bel bancone e i tavolini all’esterno: da Banco l’atmosfera è piacevolissima e la proposta culinaria di alta qualità. Si spazia da salumi e formaggi super all’uovo croccante su spinaci con fonduta di cheddar e pancetta dalle alici fritte ai batsoi (piedini di maiale fritti), dal tonno di coniglio alle polpette. Anche i panini farciti sono ottimi e le bombette calde ripiene di crema e cioccolato sono in grado di rimettere chiunque in pace con il mondo. La carta dei vini vede molte etichette biologiche e biodinamiche ed è pensata per tutte le tasche.
Dopo la parentesi gourmand del pranzo è il momento di rimettere in funzione i neuroni, decidiamo perciò di visitare CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, il neonato spazio dedicato alla fotografia nazionale e internazionale che propone ogni anno tre esposizioni principali con un corollario di piccole mostre complementari, alternando antologiche e collettive, grandi maestri e giovani emergenti. Ciliegina sulla torta la bella libreria tematica Camera Corraini.

Impossibile, infine, perderci il Balon, rituale dei sabati torinesi dal lontano 1857. Mercato delle pulci, esposizione vintage, piccola fiera dell’antiquariato: il Balon è un mix di tutte queste cose e si snoda ogni sabato, dalle 7 alle 17, nelle vie Borgo Dora, Cottolengo, Lanino, Mameli e Salita del Maglio. Trecento espositori e cinquanta negozi aderiscono all’iniziativa, che mescola in un insieme colorato e chiassoso il collezionismo di rarità e l’artigianato etnico, le pratiche creative del riuso e del riciclo e il modernariato.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.