Torna a grande richiesta l’appuntamento dedicato al nostro social preferito. Sei profili da seguire, spaziando dalla moda ai dolci, dalla topografia ai gattini (che non possono mai mancare).

Bodega  cats.  Che  gatti,  cani  e  animaletti  vari  siano  i veri  vincitori  dell’Internet  possiamo  considerarlo  ormai  un  dato  di  fatto.  Quella  che  vi  segnaliamo  qui  è  l’ennesima  –  e  oggettivamente  buffissima  –  variazione  sul  tema.  Si  tratta  di  un  profilo  interamente  dedicato  ai gatti  dei  negozi  newyorkesi.  Sdraiati  sugli  scaffali,  vigili  sulle  bilance  per  pesare  frutta  e  verdura,  nascosti dentro i frigoriferi oppure in bilico sulla cassa, sembrano decisamente i veri padroni dei locali.

Hot Dudes Reading. Questo profilo, sempre New York based, raccoglie  da  circa  un  anno,  con  cadenza  quasi  quotidiana,  foto  rubate  di  ragazzi  e  uomini  piuttosto  bellocci immersi nella lettura di libri e giornali. Da archiviare alla voce “ogni espediente è lecito per sostenere la lettura”.

Bodega cats - @bodegacatsofinstagram
Hot Dudes Reading - @hotdudesreading
Monsieur Balenciaga - @monsieurbalenciaga
Sad Topographies - @sadtopographies
Matchbook Diaries - @matchbookdiaries
Desserted in Paris - @desserted_in_paris

Monsieur Balenciaga. Una piccola chicca per appassionate  di  alta  moda,  interamente  dedicata  alle  creazioni  di  Cristóbal  Balenciaga.  Qui  potete  trovare fotografie  originali  di  abiti  che  hanno  fatto  la  storia  del  costume  degli  anni  Quaranta,  Cinquanta  e  Sessanta, immagini di vecchie pubblicità e di bozzetti, ritratti del grande stilista e di donne come Grace Kelly, Jacqueline Kennedy, Marlène Dietrich e Wally Simpson che amavano vestire Balenciaga.

Sad  Topographies.  Le  cose tristi  possono  avere  un  fascino tutto loro. È quello che deve aver pensato l’artista australiano Damien Rudd che, con pazienza certosina, sta raccogliendo  gli  screenshot  di  Google  Map  di  tutti  i  luoghi  del  mondo  dai  nomi  tristi.  Hopeless  Way,  Mount Disappointment,  Mistaken  Island,  Failure  Canyon,  Broken  Heart Lane,  Sorrow  Island,  Road  to  Nowhere, Tragedy Pool, Crying Child Island: la carrellata, apparentemente infinita, è sorprendente e suggestiva al tempo stesso.

Matchbook Diaries. Una mappatura dei locali di New York attraverso le loro scatole di fiammiferi. Un po’ cahier d’adresses, un po’ sofisticata raccolta di grafica, font e lettering. Perché la creatività, come il diavolo, sta nei dettagli.

Desserted  in  Paris.  Tal  Spiegel  è  un  graphic  designer parigino  con  due  grandi  passioni:  i  dolci  (è  anche  pasticciere  infatti)  e  le  scarpe.  Un  bel  giorno  ha  deciso  di mescolarle  per  dare  vita  a  questo  profilo  che  raccoglie  i migliori  dessert  di  Parigi  coordinandoli,  con  grande gusto,  alle  sue  scarpe.  Si  può  arrivare  qui  per  cercare  qualche  dritta  sulle  pasticcerie  della  città  ma  anche semplicemente per farsi catturare dagli impeccabili rimandi cromatici e grafici fra pavimenti, scarpe e dolci.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.