Una piccola selezione di oggetti, accessori, pezzi d’arredo, di cui ci siamo invaghite e che sono finiti nella nostra wishlist.

Punto luce o libreria? Per quegli angoli della casa dove sarebbe utile un po’ di illuminazione ma allo stesso tempo una base d’appoggio per libri e accessori vari, Suite sembra essere la soluzione perfetta. Si tratta della linea di lampade disegnate da Jordi Vilardell & Meritxell Vidal per la spagnola Vibia. La struttura è formata da molteplici piani disposti verticalmente a diverse altezze e angolazioni, per offrire, oltre che superfici illuminanti, ripiani utili per appoggiare oggetti di uso quotidiano, unendo in un unico pezzo di arredo le funzioni di punto luce e libreria.

Anche le lampade possono essere multitasking: è il caso di Wally, la lampada realizzata dal designer Roberto Giacomucci per Tooy. L’obiettivo principale è quello di coniugare brio estetico e funzionalità, dando vita a un prodotto innovativo che è sia una spiritosa soluzione da comodino sia, grazie al suo pratico vano porta libri, un utile contenitore per i titoli in lettura.

Suite, lampada da terra by Vibia
Photo credits www.archiproducts.com

Wally, lampada da tavolo by Tooy
Photo credits www.giacomuccidesign.com

The Reclaimed Oka Wall Planter by Jam Furniture
Photo credits www.crowdyhouse.com

The Reclaimed Oka Wall Planter by Jam Furniture
Photo credits www.crowdyhouse.com

I kit di Piccolo Veg for Pots
Photo credits www.piccolovegsforpots.com

Misha Handmadewallpaper
Photo credits www.archiexpo.it

Misha Handmadewallpaper
Photo credits www.archiexpo.it

The Cabin by Future and Found
Photo credits www.futureandfound.com

Yours and Mine Tootbrush Set by Izola
Photo credits www.izola.com

I cuscini di Donna Wilson
Photo credits www.rca.ac.uk

Non il solito vaso: siete stanche dei soliti portapiante, sottovasi e affini? Avete un cane o un gatto che si diletta a martoriare le foglie di tutte le piante a portata di muso? Ecco la soluzione che fa per voi: The Reclaimed Oak Wall Planter di Jam Furniture. Una sorta di piccolo giardino da parete, disponibile nel formato verticale e orizzontale e adatto a contenere succulente, piccole piante cascanti ed erbe aromatiche. Le linee essenziali e pulite dei vasi banchi si sposano con il calore e le venature del legno di quercia riciclato in un oggetto che arreda con eleganza qualunque parete.

“Più terrazzi coltivati e meno balconi vuoti”: è questo lo spirito dal quale sono nati i deliziosi kit di  Piccolo Veg for Pots, una piccola azienda veneta che ricerca, seleziona e distribuisce varietà tradizionali di ortaggi adatti alla coltivazione in vaso. Pomodori nani, mini-melanzane, erbe aromatiche, fiori edibili, fragole: Piccolo vende, online e presso alcuni negozi sparsi per l’Italia, tutto ciò che può essere adattato con un po’ ingegno e perizia alla coltivazione fuori terra. In una doppia versione: singole bustine oppure confezioni che mixano, sulla base di un “tema” una serie di ortaggi, come la Collezione Verde, che propone i grandi classici della stagione estiva (pomodori, peperoni, fagiolini nani, cetriolini e melanzane), oppure la Viola che raccoglie in una stessa confezione radici, tuberi e legumi, ortaggi comuni in cucina ma insoliti sul balcone di casa.

La magia del “fatto a mano”: è quella che riescono a restituire le stupende carte da parati del marchio italiano Misha Handmadewallpaper, che a Milano studia e realizza i raffinatissimi disegni delle diverse collezioni per poi spedirli in Cina, dove sapienti artigiani li completano, pitturandoli secondo le tradizionali e affascinanti tecniche locali. Il risultato è qualcosa di elegante e unico, più vicino all’arte che all’home-decor.

L’igiene orale non sarà più la stessa: grazie al geniale The Cabin, il porta spazzolino e dentifricio di Future and Found a forma di casetta stilizzata, da appendere alla parete. E siccome non si può non avere uno spazzolino all’altezza di un contenitore così bello, ecco qui il set Yours and Mine Toothbrush, una linea di elegantissimi spazzolini in bamboo e setole di nylon. Ognuno è marchiato con un identificativo in modo tale da evitare fastidiosi scambi di proprietario.

Tenerezza a misura di cuscino: amiamo tutti gli oggetti per la casa firmati Donna Wilson: le tazze, i piatti, le tovagliette. Tutti caratterizzati da quell’inconfondibile stile naïf, che riesce a essere tenero ma non lezioso, fanciullesco ma comunque elegante e sobrio. Quello che ci fa proprio impazzire, però, sono i cuscini. Tutti, indistintamente: quelli con i disegni geometrici e quelli con la volpe, quelli a forma di casetta e le nuvolette. Producono in noi una sindrome “coperta di Linus”, vorremmo abbracciarli tutti e non separarcene più.

 

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.