Dei ristoranti con giardino in città vi abbiamo già detto qui. Potevano forse dimenticare i ristorantini sul mare per allietare le vostre vacanze? In collaborazione con Zero.

Clandestino Susci Bar

Località Baia di Portonovo – Ancona

Quando sono in vena romantica e fantastico sul principe azzurro mi vedo con lui al Clandestino,  situato in una piccola e perfetta insenatura ai piedi del monte Conero, con gli scogli bianchi, l’acqua turchese che ti bagna i piedi, il profumo delle lavande e delle ginestre che sovrastano le colline adiacenti.

Forse perché il principe azzurro è Moreno Cedroni, pluristellato chef e proprietario di questo paradiso marchigiano, che ti chiede in sposa con la sua reinterpretazione di pesce crudo: ricciola cruda con ananas, porro e cocco, tonno bianco tataki e baccalà crudo  mantecato con brodo di crostacei. Sì, lo voglio!

Alle Terrazze ex Charleston

Mondello – Viale Regina Elena, 37/39

La storia di questo locale inizia nel 1967 quando il principe Tomasi di Lampedusa, autore del Gattopardo, amava passare proprio qui il suo tempo. L’aria che si respira nella meravigliosa terrazza che guarda il mare è quella di una nobilità che non c’è più, ma che continua ad affascinare tutti coloro che arrivano in questo luogo. Che dire della cucina? In Sicilia e di certo qui, si può ordinare a occhi chiusi. Come diceva il principe “Bisogna cambiare tutto per non cambiare niente”. E direi per fortuna, in questo caso.

Clandestino Susci Bar - Località Baia di Portonovo (AN)
Photo credits www.morenocedroni.it

Alle Terrazze ex Charleston – Mondello
Photo credits www.alleterrazze.it

Ristorante Bagni Est – Finale Ligure
Photo credits www.puntaest.com

Don Alfonso 1890 - Sant'Agata sui Due Golfi (Na)
Photo credits www.agrodolce.it

Ristoro Il Principe del Mare

Contrada La Forcatella – Fasano-Torre Canne (Br)

Un ristorantino spartano, direttamente sul mare, per amanti del pesce: c’è una sala al chiuso, per le serate ventose, ma la vera chicca sono i tavolini sugli scogli. Atmosfera familiare, chi vuole tovaglie di lino e mise en place stellato, vada altrove: qui le tovaglie sono di cartone, ma un plateau di crudi di mare e un giro di ricci (a un prezzo più che ragionevole) vi manderanno dritti in paradiso.

Ristorante Bagni Est

Finale Ligure (Sv) – Via Aurelia

Il ristorante dei Bagni Est di Finale Ligure: si mangia sulla terrazza, con ottimo pesce cucinato alla ligure. L’ambiente è semplice, come si addice a una rilassante cena estiva, e il panorama – soprattutto al tramonto – è di quelli che incantano. Anche il conto finale vi incanterà perché, per una cena abbondante, spenderete sui 25 euro, paesaggio incluso. Una perla della Riviera delle Palme.

Don Alfonso 1890

Sant’Agata sui Due Golfi (Na) – Corso Sant’Agata 11/13

Se decidete di fare una spesa, fatela bene. Mangiare da Don Alfonso costa un capitale, siete avvertiti, ma non ve ne pentirete. Non vi ritroverete piatti vuoti con una palla e tre spruzzi colorati, e non dovrete fingere di essere sazi. Se poi il calamaretto affumicato ripieno di formaggi con zuppa tiepida di piselli allo zenzero dovesse appesantirvi facendovi passare la voglia di guidare, potrete pernottare nelle suite all’interno del relais. Ecco, poi non cercateci per il conto!

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.