There is Beauty in Simplicity. Il concetto non potrebbe essere esposto in modo più chiaro come nello statement del marchio di prodotti skincare Rodin, fondato dalla stylist di fama internazionale Linda Rodin e recentemente acquistato da Estée Lauder. Olio Lusso è il prodotto di punta del marchio, un magico blend di oli essenziali per idratare e prendersi cura della pelle del viso che Linda ha messo a punto attraverso una sperimentazione durata due anni, fino alla creazione dell’elisir dei suoi sogni, quello che avrebbe voluto per sé. Poche gocce, al mattino o alla sera, è tutto ciò di cui la pelle ha bisogno, un gesto minimo col massimo della resa. Concetto sottolineato anche dalla confezione – semplice e funzionale –  dell’intera linea che comprende la versione dell’olio per corpo e capelli e una crema mani e corpo, che, non a caso, si chiama solamente CREMA.

Semplicità è sinonimo di eleganza e di ritorno all’essenzialità. È il prodotto che dichiara, e mantiene, la sua promessa di efficacia senza bisogno di inutili fronzoli. Sembra, insomma, che anche il mondo beauty stia facendo sue le nuove istanze del lusso contemporaneo, dove i concetti di qualità, sostanza, attenzione alle materie prime e ricerca si stanno progressivamente sostituendo all’apparenza patinata e all’effetto “bling bling”.

TMC + è un nuovo brand lanciato di recente in Asia che si ispira ai principi della medicina tradizionale cinese. I prodotti di bellezza sono, quindi, pensati per essere diversamente combinati a seconda delle specifiche esigenze fisiche di chi li usa. Non è un caso che, per realizzare la sua immagine coordinata, il marchio abbia scelto lo studio giapponese di design Nendo, che fa del minimalismo formale, mai scontato, la sua bandiera. Il packaging, infatti, traduce idealmente le caratteristiche curative e medicali dei prodotti attraverso l’uso di un simbolo discreto e universalmente noto, la croce, e piccoli quadratini il cui codice colore indica i possibili abbinamenti. A rinforzare questa metafora, le croci sulle confezioni si completano a vicenda se affiancate su una mensola, ad esempio.  L’idea, in questo caso, è quella di far parlare la confezione sottovoce, senza ovviamente svilire l’immagine del prodotto ma focalizzando l’attenzione sulle sue performance curative.

Rodin Skincare
Photo credits www.clarev.com

TMC +
Photo credits www.nendo.jp

A Lab On Fire Parfums
Photo Credits  www.syoff.com

Byredo
Photo credits  www.identitebook.com

Byredo
Photo credits www.selectism.com

Herve Herau
Photo credits www.firstluxemag.com

Per A Lab on Fire la sottrazione formale coincide con la ricerca dell’ultimate chic. Una piccola azienda di profumi di nicchia che riunisce le creazioni dei migliori “nasi” al mondo e li restituisce sotto forma di fragranze uniche e misteriosi enigmi. Una boccetta total white e un nome tra il sorprendente e l’evocativo: Almost Transparent Blue, What We Do in Paris in Secret, Anonyme ou OP-1475-A, ecc.

I prodotti “nudi e crudi”, questa potrebbe essere la sintesi della filosofia del marchio svedese BYREDO. Fondata nel 2006 da Ben Gorham, l’azienda propone profumi e prodotti body care che si distinguono per artigianalità e focus sulla qualità. Le fragranze, studiate per risultare trasversali ai generi, sono reminiscenze di luoghi e sensazioni e sono basate su formulazioni semplici senza troppe “note” che rischierebbero, secondo Gofham, di andare in conflitto tra di loro. A questa operazione di sfrondatura corrisponde la scelta di un design basilare in perfetto nordic style.

Se avete ancora dei dubbi sul fatto che discrezione fa rima con esclusività, date un occhio alla proposta di HERVE HERAU. Una linea di trattamenti che riflette la dimensione scientifica dell’approccio alla cura della pelle. Preparati che riparano, rivitalizzano e idratano a partire dalla purezza degli ingredienti. Purezza che si esprime anche attraverso il bianco e nero essenziale dei barattolini.

Less is more, quindi, sembra essere il mantra della nuova generazione di prodotti di bellezza.

 

 

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.