Se state pianificando una gita a Expo, non potete non includere nel vostro tour una tappa al padiglione della Francia che, per offrire al pubblico una panoramica completa sul suo settore agro-alimentare, ha scelto di realizzare una struttura in legno smontabile e riutilizzabile che riproduce, capovolgendola, una vera porzione del territorio nazionale. Leggera ed essenziale, la struttura – firmata dallo studio XTU Architectes – rende omaggio alle tipiche halles parigine, mercati coperti che sono da sempre un luogo di incontro e di scambio, dove la ricchezza sociale e agro-alimentare del paese si esprime al meglio. L’intero progetto è ispirato a principi low-tech, a basso impatto tecnologico: filiera corta nella scelta dei materiali con legno (Picea e Larice) proveniente dalla regione dello Jura, un sistema di ventilazione naturale all’interno, basso consumo energetico dell’intera struttura. All’interno i visitatori sono protagonisti di un percorso immersivo, ritmato da pali arborescenti, attraverso la ricchezza e la peculiarità di ogni regione. Come in una halle, frutta, verdura, piante, specialità del territorio, ma anche risultati della ricerca scientifica e della biotecnologia e di studi di agroecologia sono messi in mostra all’interno delle volte e degli alveoli della struttura.

L'interno del padiglione francese a Expo
Photo credits CMC - XTU -STUDIO A. RISPAL -SIMONIN Frères

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo

Photo credits Peugeot

Il Bistrot du Lion al padiglione francese di Expo
Photo credits Peugeot

All’esterno un poetico giardino agricolo restituisce la ricchezza del paesaggio francese, con agricoltori che si prendono quotidianamente cura, sotto gli occhi dei visitatori, delle 60 specie vegetali che lo compongono. E come in ogni mercato che si rispetti non può mancare il cibo di strada, qui in una versione molto particolare, grazie al Bistrot du Lion, l’avveniristico foodtruck progettato da Peugeot Design Lab. Il bistrot si compone di zone riservate alla preparazione dei cibi e al consumo degli stessi sul posto. Ampio spazio è dedicato alla musica, con web radio e playlist esclusive diffuse dalla piattaforma digitale Peugeot Music.

Il foodtruck ha a bordo tutto il necessario per permettere a più di 30 persone di pranzare  all’aperto con coperti, piatti, piani, tavolini da appoggio e tendoni. È possibile, inoltre, vedere gli chef all’opera grazie allo schermo da 46 pollici che consente di osservare ogni singolo movimento dei cuochi ai fornelli. Il Bistrot du Lion è in funzione tutti i giorni dalle 11 alle 17 e il suo menu, in omaggio alla “madre patria”, propone una selezione di piatti tipici della tradizione culinaria francese.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.