Ci sono luoghi che sono immediatamente collegati al Natale. Tra questi Vienna che, oltre alla Sacher Torte, è scelta come meta perfetta per un weekend soprattutto in periodo di mercatini natalizi. Non temete, c’è ben altro oltre al panpepato, il vin brulé, le canzoncine dell’avvento sparate dagli altoparlanti e le migliaia di bancarelle zeppe di palle per l’albero. Vi guidiamo alla ricerca di mercatini di design, negozi di moda e artigianato tradizionale e qualche locale notturno.

Tra i mercatini più originali c’è quello allestito in Karlplatz dall’associazione Divina Art che si occupa della promozione delle arti e dell’artigianato. Quindi niente paccottiglia prodotta industrialmente chissà dove, ma ceramica, legno, gioielli, cuoio, cera, vetro e strumenti musicali prodotti e venduti da artigiani locali. Spostandoci dall’artigianato al design, c’è anche il Design Schenken organizzato dalla Design Galerie Wien, che propone una selezione di elaborati e raffinati prodotti realizzati da creativi austriaci e internazionali. Nonostante non manchino oggetti ideati come souvenir e addobbi natalizi, si trova principalmente abbigliamento per bambini e adulti, t-shirt, accessori per la casa e per l’ufficio, libri di design, fumetti e giochi. Una delle poche occasioni per trovare i prodotti dei piccoli studi di design. Si tiene ogni anno alla Looshaus, in Michaelerplatz, celebre edificio dell’architetto Adolf Loos.

Photo credits Matthias Silveri

Photo credits Matthias Silveri

Photo credits Design Schenken

Photo credits Design Schenken

Photo credits Design Schenken

Photo credits Design Schenken

Creazioni artigianali originali si possono trovare anche da Peryd Shou (Zollergasse 9-11, 1070 Wien), una boutique di stampa alternativa, oggettistica e illustrazione. Potete trovare anche tantissime magliette stravaganti, accessori da ufficio e borse shopper con frasi divertenti. Prodotti in numero limitato da creativi locali, gli articoli cambiano spesso a seconda del momento. Un sacco di cose ridicole, colorate, kitsch e inutili, come molti regali di natale che avete sicuramente ricevuto. Quando non state scegliendo i regali ritardatari potete assaggiare i pancakes e ascoltare della musica dal vivo durante gli eventi organizzati.

Photo credits Peryd Shou

Photo credits Peryd Shou

Photo credits Peryd Shou

Photo credits Peryd Shou

Per passeggiare tra le strade e le piazze viennesi quello che ci vuole è un buon cappello invernale. A Vienna si trova uno dei migliori produttori di cappelli artigianali, Muehlbauer (Josefs-Kai 15 A-1010 Wien), aperto a inizio Novecento e gestito da tre generazioni. Più che degli accessori di abbigliamento i cappelli Muehlbauer sembrano delle sculture d’arte contemporanea, pur mantenendo alcune linee in stile classico e tradizionale. La storia dell’attività familiare che ha saputo innovarsi e investire in ricerca e stile è stata raccontata nel libro ‘111 Darlings. A Hat Book’ pubblicato da Metroverlag. Il libro contiene schizzi, foto di moda e pubblicitarie oltre a documentazioni riguardo alla fabbricazione e agli artigiani. Le loro creazioni uniche hanno un nome proprio e una propria personalità. Immancabili i copricapi in pelliccia e lana per scaldarsi la testa durante il rigido inverno.

Photo credits freundvonfreunden

Photo credits freundvonfreunden

 

Photo credits shopikon.com

Photo credits shopikon.com

Photo credits Muehlbauer

Photo credits Muehlbauer

Un altro storico negozio viennese è la farmacia Saint Charles, fondata nel 1886. Se i Muehlbauer sono arrivati alla terza generazione di cappellai, questa farmacia ed erboristeria è arrivata alla sesta generazione. Col tempo la Saint Charles si è specializzata in rimedi naturali ed erboristici, realizzati in casa con ingredienti di origine rigorosamente bio. Sopra alla boutique offrono trattamenti benessere e massaggi, inoltre organizzano corsi di approfondimento sulla medicina cinese, lo yoga e altri trattamenti legati alla salute. È questo il posto giusto per rifornirsi di cosmetici naturali e procurarsi regali di natale che vadano oltre i soliti saponi profumati.

Photo credits Saint Charles Apotheke

Photo credits Saint Charles Apotheke

Photo credits Saint Charles Apotheke

Photo credits Saint Charles Apotheke

Una tradizione viennese sono i caffé in cui fermarsi per una fetta di torta e una tazza fumante, oppure il classico cibo da bar locale come gulasch, wurstel o salsicce. Oltre alle migliaia di caffetterie che incontrate lungo la strada un locale storico è l’Alt Wien, dove fermarsi per una pausa dallo shopping o una serata in compagnia. Le specialità della casa sono la Haustorte con cioccolato, nocciole e marmellata e un forte liquore stranamente insaporito all’aglio, ma se volete avere una vita sociale buttatevi sulle specialità austriache.

Photo credits Invisigoth67

Photo credits Invisigoth67

Un bar meno tradizionale, ma perfetto per drink a inizio serata è If Dogs Run Free (Gumpendorfer Straße 10-12),  dall’omonima canzone di Bob Dylan. Arredamento moderno ed essenziale, specializzato in cocktail impeccabili e sperimentali, è un punto di riferimento per la nightlife locale prima di spostarsi a ballare qualcosa che non sia il classico Waltzer.

Photo credits If Dogs Run Free

Photo credits If Dogs Run Free

Photo credits If Dogs Run Free

Photo credits If Dogs Run Free

Photo credits If Dogs Run Free

Photo credits If Dogs Run Free

Il rosso a Vienna non è solo il colore di babbo Natale e se i mercatini pullulano di attività per i più piccoli, anche i grandi possono trovare qualcosa di divertente da fare una volta sistemate le spese natalizie. In Neustiftgasse 1 si trova il Rote Bar, Volkstheatre, noto in città per gli spettacoli di burlesque in stile anni Venti che vengono organizzati ogni due-tre mesi con il nome di Cirque Rouge. Il bar diventa una sorta di cabaret dove danzatrici provenienti da tutta Europa si esibiscono sul palco. Chi ha sempre sognato di imitare Dita Von These può anche provare i workshop che vengono organizzati la domenica pomeriggio per imparare i trucchi di questa versione raffinata di striptease, che molte donne praticano per divertimento.

Photo credits Cirque Rouge

Photo credits Cirque Rouge

Photo credits WKW-Tourismus/Florian Wieser

Photo credits WKW-Tourismus/Florian Wieser

Se dopo aver saputo le attrative di Vienna siete ancora indecise su cosa fare a capodanno continuate a leggere il nostro post sulle mete ideali, se invece siete in alto mare con i regali date un’occhiata al nostro post sui regali più strani.

Natale a Vienna
DAI UN VOTO EMOTION ALL'ARTICOLO!
94%Emotion
Il voto dei lettori: (4 Voti)
94%

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.