Fa sempre piacere ascoltare una melodia intonata da una voce femminile, soprattutto dal vivo e se non è sbraitata sotto la doccia. Ma quali sono le musiciste che animeranno la prossima stagione di concerti? Per saperlo continuate a leggere il calendario Girlitude degli eventi musicali in rosa per l’autunno-inverno 2014. Ce n’è per tutti i gusti: cantautrici, dee del rock, neomelodiche, metallare, reginette dei talent, vecchie glorie e ultime arrivate. Se ci siamo dimenticate qualcosa oppure il vostro gruppo musicale è veramente imperdibile, suggeriteci altri concerti nei commenti!

 

30 settembre, Marissa Nadler, SuperBudda, Docks Dora, Torino

Marissa è una giovane cantautrice americana che ha inciso il suo sesto album ‘July’ lo scorso febbraio. Voce soffusa, chitarre acustiche e dolci atmosfere folk in cui immergersi per entrare in punta di piedi nell’umore autunnale.

 

3 ottobre, Crucified Barbara, Romagnano Sesia, Novara

Vi avevo detto che ne avevamo per tutti i gusti, quindi eccoci subito con un po’ di hard rock tendente al metal, come avreste potuto già intuire dal nome della band. Ci sfugge cosa abbia potuto passare la povera Barbara, ma queste donne hanno energia pura e grinta all’altezza di Joan Jett. Meglio allenarsi con l’headbanging cercando di non far andare troppo sangue al cervello mentre scuotete selvaggiamente i capelli.

 

3 ottobre, Deborah Iurato, Atlantico Live, Roma

In quest’epoca di reality non possiamo tralasciarne i vincitori, soprattutto dopo che ci siamo occupate dei Bootcamp di X factor e di Morena Martini. Deborah Iurato è infatti la vincitrice della tredicesima edizione di Amici, ma questo voi ovviamente lo saprete già.

 

16 ottobre, Fear of Men, Mattatoio, Carpi, Modena

Se siete dalle parti di Carpi e non soffrite di antropofobia* allora andate al concerto dei Fear of Men. Voci femminili anche per questa indie rock band di Brighton di passaggio in Italia, il loro stile riprende quello dei gruppetti rock britannici che pullulavano a fine anni ottanta.

[*paura irrazionale e incontrollata dell’essere umano]

 

21 ottobre, Noa, Teatro Brancaccio, Roma e altre date

La nota cantante pop israeliana Noa è in tour in Italia, dopo la data di Torino del 21 settembre suonerà a Roma il 21 ottobre, poi a Milano il 27, a Bologna il 28 e infine a Trieste il 30 ottobre. Il concerto romano è anche una buona occasione per fare del bene, dato che il ricavato andrà a sostegno alla comunità di Kimbondo nella Repubblica democratica del Congo.

 

23 ottobre, The Blue Dolls, Cinema Teatro Gioiello, Torino

Chi ama la musica dei vecchi tempi apprezzerà questo trio vocale ispirato al Quartetto Cetra e al Trio Lescano. The Blue Dolls replicano per quattro sere di fila a Torino.  Una delle poche opportunità per ascoltare dal vivo le canzoni che hanno fatto innamorare le vostre nonne senza il rumore della puntina che gratta sul disco rigato.

 

26 ottobre, Wallis Bird, Circolo Etnoblog, Trieste

A dominare incontrastata in questa maratona di concerti c’è la canzone d’autrice, di solito accompagnata da una chitarra acustica come unità minima a cui si aggiungono strumenti e cori extra. Wallis Bird coniuga questa tradizione con le sonorità della sua terra d’origine, l’Irlanda. Nonostante abbia viaggiato, suonato e vissuto in giro per il mondo si riconosce qualcosa nel suo stile che ricorda vagamente la Sinhead O’Connor dei tempi d’oro, ma con i capelli.

 

27 ottobre, Marianne Faithfull, Auditorium, Milano e un’altra data

Ci sono canzoni che durano il tempo di un’estate, per poi cadere nel dimenticatoio della musica, ed altre che durano epoche e continuano a raccontare qualcosa anche a generazioni di distanza. Marianne Faithfull ne ha cantata qualcuna. Ed è ancora in giro, approfittatene. Suona anche il 28 ottobre a Lucca.

 

27 ottobre, Anastacia, Fabrique, Milano e altre date

Dopo anni di assenza Anastacia torna con la sua potente voce dal vivo. Oltre a Milano sarà il 29 a Roma, il 30 a Firenze e il primo novembre a Padova. Per non venire colte alla sprovvista durante il concerto è il caso di dare una ripassata ai testi delle canzoni oppure preferite affidarvi alla cara vecchia tecnica del mimo?

 

28 ottobre, Lindsey Stirling, Alcatraz, Milano

Non ci limitiamo soltanto alle grandi voci in questo lungo elenco, ci sono infatti artiste a tutto tondo che proprio non ne vogliono sapere di cimentarsi in una sola dote alla volta. Per esempio Lindsey Stirling, violinista, cantante, performer, compositrice e danzatrice. Siamo a un passo dall’opera d’arte totale a cui aspirava Wagner? Forse, in ogni caso in versione soft e godibile per chi alle sonorità troppo criptiche preferisce un po’ di sano spettacolo.

 

29 ottobre, Romina Falconi (e Immanuel Casto), Alcatraz, Milano e altre date

Chi segue il nostro talent preferito sa che ha partecipato ad X-Factor, che prima ha cantato a Sanremo Giovani e accompagnato Ramazzotti in tour. Lo ammetto, il vero motivo per cui Romina Falconi compare in questa lista è perché duetta con Immanuel Casto, erede incontrastato del filone trash italiano. Tra le loro collaborazioni c’è questo geniale inno ai problemi informatici, come al solito tempestato di doppi sensi. Avvertenza, se ascoltate questa canzone non riuscirete a non ridere la prossima volta che chiamate il tecnico informatico. Suoneranno anche l’8 novembre a Bologna e il 21 a Torino.

 

31 ottobre, The Raveonettes, Covo Club, Bologna

Se siete a Bologna durante il ponte dei morti passate la sera di Halloween in compagnia dei Raveonettes. Melodie malinconiche e stile twee con sfumature dark, canzoni orecchiabili che ti rimangono in testa e che ti ritrovi a canticchiare andando al lavoro prima che te ne renda conto. Sarà stato così che la ragazza del video ha iniziato a ballare per strada?

 

2 novembre, Lucius, Circolo Magnolia, Segrate

“Sister from another mister” si suol dire in inglese quando due ragazze si assomigliano moltissimo senza essere parenti. Non potrebbe essere più vero per le due cantanti e musiciste di Lucius che, complice il taglio di capelli e i vestiti, potrebbero essere tranquillamente scambiate per gemelle omozigote. Andate a sentirle dal vivo per trovare le differenze come sulla Settimana Enigmistica, se ci riuscite.

 

4 novembre, Lady Gaga, Forum, Milano

Lady Gaga torna a colpire con il suo artRAVE. Probabilmente i biglietti dell’unica data italiana del tour saranno già andati sold-out a cinque minuti dall’apertura delle vendite. Se siete tra le fortunate che se li sono accaparrati avrete l’onore di scoprire con che mise si presenterà la cantante più provocatrice del pop. Ultimamente se la vede testa a testa con Miley Cyrus, ma d’altronde la seconda risparmia molto sul lato abito.

 

4 novembre, Miss Quincy, All’unaetrentacinquecirca, Cantù

Una blues band canadese tutta al femminile quella della signorina Quincy, con origini nelle fredde montagne della British Coloumbia. Giunte al terzo album Roadside Recovery hanno ormai percorso 100.000 kilometri in tour suonando più o meno in ogni dove, perfino a Cantù dove ritornano a un anno di distanza dal concerto del maggio 2013.

 

6 novembre, Guano Apes, Live Club, Trezzo sull’Adda

Sono già passati quasi quindici anni da quando ho comprato il cd con la loro cover di ‘Big in Japan’. Ad affascinarmi allora era stata la voce potente e arrabbiata di Sandra Nasić e il suo appeal così diverso dalle reginette del pop che passava la televisione. Poi ho archiviato il tutto nello scompartimento degli imbarazzanti gusti musicali adolescenziali. Certo, hanno affinato un po’ lo stile nel frattempo, ma chissà che non facciano qualche vecchio pezzo.

 

7 novembre, The KVB, Covo Club, Bologna

Una formazione che si è diffusa recentemente tra i gruppi musicali è il duo composto da un lui e una lei, di solito armati di sintetizzatori, effetti e un tocco di eco alle voci. Amano i Joy Division, i Cure o i Bauhaus più della mamma e in genere spaziano dall’elettroclash alla dark, ovviamente passando per la New Wave. I testi delle loro canzoni sono solo vagamente comprensibili tra una distorsione e l’altra. The KVB rientrano pienamente in questa descrizione, quindi se vi ci ritrovare andate a sentirli a Bologna il 7 novembre.

 

7 novembre, Ornella Vanoni, Creberg Teatro, Bergamo e altre date

La redazione di Girlitude è orgogliosamente fan di Ornella Vanoni e tra i sogni nel cassetto c’è quello di avere l’onore di intervistarla prima o poi. Intanto Ornella si cimenta con il tour ‘un filo di trucco, un filo di tacco’ che oltre a Bergamo toccherà Bologna il 27 novembre, Varese il 12 dicembre, Novara il 7 febbraio e Milano il 10 febbraio. Chissà, magari saremo tra il pubblico dell’ultima data.

 

8 novembre, Emma Marrone, Palasport, Arcireale e altre date

Emma, Emma e ancora Emma, ben sette concerti da sud a nord per la cantante pop-rock nostrana, lanciata da un talent, passata per Sanremo e l’Eurovision. Il 10 canterà a Bari, il 14 a Roma, il 18 a Firenze, il 21 a Rimini, il 24 a Torino e il 25 ad Assago. Marrone is the new black insomma.

 

8 novembre, Nicole Atkins, Biko, Milano

Voce suadente e melodie rock per questa cantautrice statunitense del New Jersey con un’unica data italiana a Milano. Promuoverà il suo terzo album intitolato ‘Oh’Mercy!’ e potrebbe essere anche un’ottima occasione per scoprire i suoi lavori precedenti.

 

8 novembre, tUnEyArDs, Locomotiv Club, Bologna

A curiosare per i concerti che animeranno la penisola si trovano artiste particolari, inaspettate e curiose come tUnEyArDs, nome d’arte di Merrill Garbus. Il suo stile è ironico e particolare, fatto di campionamenti e di effetti, il tutto pare condito da un buon sense of humor a giudicare dai video. Vi sfidiamo a rimanere ferme con questi ritmi sincopati, la voglia di ballare è troppo forte, non ce la farete mai.

 

10 novembre, Mount Salem, Lo-fi, Milano e un’altra data

Il rock psichedelico non è finito negli anni Settanta, c’è una consistente tradizione di gruppi musicali americani e non che ne porta tuttora avanti il lascito. Tra questi Mount Salem, voce femminile e chitarre elettriche metal, con due date italiane a Milano il 10 novembre e a Bologna l’11.

 

11 novembre, Joan As Police Woman, Locomotiv Club, Bologna e altre date

Pur non essendo nota ai più, Joan Wasser ha alle spalle collaborazioni importanti, come Nick Cave o il suo compianto compagno Jeff Buckley, ma di recente anche Anthony and the Johnson. A giudicare dalle sue canzoni è meno nota, ma anche meno depressa, dei suoi illustri collaboratori. Joan torna nel ruolo di donna poliziotta con tre date italiane, oltre a Bologna suonerà a Segrate il 12 e a Torino il 13 novembre.

 

11 novembre, Marisa Laurito (e Charlie Cannon), Le Roi, Torino

Cosa ci fa la regina delle televendite dimagranti anni Novanta con un cantante gospel dell’Alabama? ‘Sud and South’, uno spettacolo sulle canzoni del sud, che sia Napoli, la Spagna o l’America, purché siano pezzi che hanno appassionato e coinvolto il pubblico con il loro calore. Per scaldarsi nel nebbioso autunno torinese.

 

11 novembre, Sharon Jones (and the Drap Kings), Magazzini Generali, Milano

Il concerto di Sharon Jones è una delle poche occasioni per ascoltare dell’ottimo soul in Italia. Accompagnata dai Drap Kings, la regina del soul riporta questo genere musicale agli apici toccati negli anni Sessanta e Settanta. Nonostante canti professionalmente da molto tempo, Sharon ha toccato il successo internazionale solo una volta raggiunta la mezza età. La prova che non c’è per forza bisogno di essere giovani per dare il meglio di sé.

 

14 novembre, Black Bananas, PNbox, Pordenone

Le banane nere non sono solo l’ingrediente fondamentale di un ottimo banana bread vegano*, ma anche il nome di un gruppo hard-rock-psichedelico-noise, davvero interessante. La cantante è Jennifer Herrema, con alle spalle una lunga attività soprattutto con il gruppo Royal Trux. É il genere di musica che ascoltereste in un posto sperduto della provincia americana, mentre attraversate il continente con una mano fuori dal finestrino della macchina scassata e una al volante. [*3 banane annerite, 1 tazza di zucchero, 1 tazza e mezza di farina, 6 cucchiai di olio, lievito vanigliato e in forno a 180° per circa mezzora]

 

15 novembre, Lipstick Homicide, Blue Rose Saloon, Bresso

All’occorrenza il lucidalabbra può essere un’arma del delitto, come suggerisce il nome di questo gruppetto punk-rock che, sebbene suoni da qualche anno, ha ancora la grinta e la freschezza tipiche delle band del liceo. Solo che non stona, non va fuori tempo, non sbaglia gli accordi. Per passare una serata pogando come se non ci fosse un domani e sperando che non vi chiamino “signora”.

 

17 novembre, Lamb, New Age, Roncade e un’altra data

Il trip-hop è quel genere di musica elettronica lanciato da band britanniche come i Portished, i Massive Attack e Tricky, mentre i più noti esponenti italiani sono gli Almamegretta. Nonostante abbia spopolato negli anni Novanta queste band continuano a produrre e a influenzare le nuove generazioni e i generi musicali più recenti. Meno noti dei gruppi nominati qui sopra, i Lamb sono un duo trip-hop, ma anche jazz e chill-out che suona a Roncade il 17 e a Roma il 18 novembre. La voce femminile del gruppo di Manchester è quella della cantante Lou Rhodes.

 

17 novembre, St Vincent, Alcatraz, Milano

Annie Clark si presenta in una veste insolita per presentare il suo ultimo album, non solo estetica (capelli scoloriti, stile futurista minimale), ma anche musicale, con sonorità digitali e rock, più movimentate e sperimentali rispetto allo stile folk-rock di sempre. Si prospetta un bel concerto.

 

18 novembre, Women of Ireland, Kursaal, Merano

Se siete delle grandi appassionate d’Irlanda, musica celtica, folletti, birra Guinnes e quadrifogli, ‘Women of Ireland’ è lo spettacolo che fa per voi. Un concentrato di sonorità e danze irlandesi racchiuso in un unico spettacolo itinerante. Per una notte Merano diventerà come Dublino. Quest’anno San Patrizio cade il 18 novembre.

 

19 novembre, Wildbirds & Peacedrums, Biko, Milano

La scena svedese è un centro musicale interessante, da cui sono emersi negli ultimi anni gruppi come The Knife e Little Dragon o cantanti come Likke Li. Wildbirds & Peacedrums è un duo  svedese che sfrutta voce e strumenti in uno stile tra il folk e la psichedelia sperimentale. Basta molto poco per ottenere un risultato molto singolare.

 

20 novembre, Lacuna Coil, Zona Roveri, Bologna e altre date

La nostra lista di concerti in rosa si è tinta anche di nero. In questo caso per la band gothic-nu metal Lacuna Coil, nata in Italia nel 1994 e conosciuta dagli appassionati in tutto il mondo. Dopo vent’anni sono ancora uniti e in tour mondiale, nel quale non possono mancare quattro date in giro per il paese natale. Oltre a Bologna suonano il 21 a Roncade, il 22 a Ciampino e il 23 a Trezzo sull’Adda. L’iconica voce femminile che li contraddistingue è quella di Cristina Scabbia.

 

24 novembre, Carrie Rodriguez, All’unaetrentacinquecirca, Cantù

Carrie Rodriguez è l’unica rappresentante per la musica country in questa lista nonostante sia una versione moderna, ibridata con folk, rock e blues. Non perdetevi questo concerto se siete amanti del genere. Carrie deve il cognome alle origini messicane, o meglio tex-mex. Un dettaglio curioso è che la città di Austin le ha dedicato il Carrie Rodriguez Day, che ricorre ogni 17 gennaio, per ringraziarla degli sforzi compiuti per promuovere la cultura della capitale texana.

 

25 novembre, Courtney Barnett, Tunnel, Milano

Sempre per la categoria perfette-sconosciute-sempre-piaciute ecco Courtney Barnett, musicista di passaggio in Italia dalla lontana Australia. Da ascoltare soprattutto se l’unica canzone australiana che conoscete è ‘Down Under’ dei Men at Work, gli anni Ottanta sono finiti da un pezzo, purtroppo. Rock-folk d’autrice per passare una bella serata al Tunnel sotto ai treni di Milano.

 

1 dicembre, Patti Smith, Creberg Teatro Bergamo e altre date

Patti Smith deve amare veramente tanto l’Italia, dato che ci passa sì e no tutti gli anni, che sia solo per un concerto estivo o per un tour più impegnativo. Quest’inverno, guarda un po’, sarà di nuovo in zona con tre date a inizio dicembre.  Oltre a Bergamo suonerà anche a Parma il 2 e a Udine il 5. C’è da dire che rispetto a molti altri cantanti della sua generazione la sacerdotessa del rock ha mantenuto quasi intatta la sua bellissima e graffiante voce, con cui riesce ancora a sostenere un lungo, appassionante concerto. Anche se probabilmente è l’ennesima volta che la sentite dal vivo in pochi anni, andateci.

 

6 dicembre, Sharon Van Etten, Locomotiv Club, Bologna e un’altra data

Ancora una cantautrice in questo lungo elenco di concerti invernali. Sharon Van Etten è una polistrumentista di Brooklyn con due date in Italia, dove oltre a Bologna suonerà l’8 dicembre a Milano. Ha uno stile particolarmente dolce, fatto di melodie raffinate e un’attenzione particolare per l’armonia delle sue canzoni.

 

24 gennaio, Loredana Berté, Teatro Colosseo, Torino

Pur di includerla ci siamo spinte fino all’inizio del prossimo anno. Fate ancora in tempo a sentire Loredana Berté dal vivo anche se vi siete perse le tappe primaverili ed estive di questo tour dedicato ai suoi quarant’anni di attività. Non capita tutti i giorni di assistere al concerto di questa pietra miliare della musica italiana.

Se dopo la stagione di concerti autunno-inverno volete portarvi avanti e prenotare i biglietti dei festival che animeranno la primavera e l’estate leggete il nostro epico post sui festival estivi, meglio portarsi avanti con l’organizzazione.

Concerti in rosa
DAI UN VOTO EMOTION ALL'ARTICOLO!
100%Emotion
Il voto dei lettori: (3 Voti)
100%

Redazione

Una redazione guidata da donne che amano i libri, la musica, i viaggi e la creatività. Qui raccontiamo storie, progetti, desideri e visioni delle donne che incontriamo.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.