Chicago – È sufficiente dire ‘ciambella’ perché l’inevitabile associazione mentale sia con quel panzone di Homer Simpson. Lo immaginiamo in estasi, mentre ingurgita decine di questi succulenti dolci fritti e glassati, che raccoglie le briciole e poi si lecca le dita, per non sprecare una sola goccia di unto.

Non è però detto che i doughnut siano sempre un cibo grasso e di scarsa qualità.

Photo credits  http://thedoughnutvault.tumblr.com

Photo credits www.thedoughnutvault.tumblr.com

A Chicago c’è una piccola panetteria che produce artigianalmente ciambelle con ingredienti selezionatissimi. Si chiama The Doughnut Vault, letteralmente ‘Il caveau delle ciambelle’, e produce dei piccoli capolavori per i quali non si può parlare di junk food (cibo spazzatura), ma piuttosto di comfort food, cibo gratificante, un piccolo premio che ogni tanto è giusto concedersi.

Il negozio è veramente un ex-caveau, e i preziosi dolcetti sono trattati come lingotti d’oro, custoditi in un ambiente di sicurezza. Ma non è questo l’aspetto unico, dato invece dalla strategia di vendita.

Aperto dal martedì al sabato, dalle otto e trenta del mattino, il negozio chiude appena l’ultima ciambella è stata venduta. Cosa che accade molto rapidamente.

Photo credits www.thedoughnutvault.tumblr.com

Photo credits www.thedoughnutvault.tumblr.com

Le circa 600 ciambelle realizzate ogni mattina spariscono in un paio d’ore massimo. Chi vuole prodotti freschi, appena sfornati e senza dubbio di giornata deve quindi essere rapido, arrivare prima degli altri.

Le immagini e i video realizzati mostrano file di decine di persone, anche centinaia, che si appostano fuori dal negozio prima dell’orario di apertura. Sembra la coda per un concerto, o la folla davanti ai negozi Apple in concomitanza del lancio dell’ultimo prodotto. Di sicuro non sembra un negozio di ciambelle che, per la colazione degli americani, sono l’equivalente della nostra brioche e quindi diffusissime.

Questa scarsità programmata, o produzione limitata, garantisce zero sprechi e una gestione più ‘sostenibile’ delle risorse, percepita come un valore aggiunto da parte dei consumatori in termini di onestà dell’azienda, trasparenza e garanzia di qualità.

È come se ogni mattina dicessero ai propri clienti ‘produco al meglio delle mie possibilità, senza strafare o sacrificare la qualità per un guadagno maggiore’.

The Doughnut Vault: le ciambelle d’oro
Dai un voto emotion all'articolo
99%Emotion
Il voto dei lettori: (3 Voti)
99%

Redazione

Una redazione guidata da donne che amano i libri, la musica, i viaggi e la creatività. Qui raccontiamo storie, progetti, desideri e visioni delle donne che incontriamo.

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata.